Informativa cookies su questo sito web - Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Visitando i contenuti del sito senza modificare le impostazioni dei cookies, si acconsente automaticamente al loro utilizzo.
Chiamaci:+39-02-9475-2410, Monday-Friday 9:00 -18:00
Richiesta di informazioni 
W
Telefono
W
Grazie per la richiesta

La richiamiamo noi tra pochi minuti.

ValutaEuro
LinguaEnglish
Paese di spedizioneAustria
LBMA Associate
Menu
Grafici
Cerca
Pagina inizialeMonete d'oroRublo Russo10 Rubli russi d'oro Chervonetz (1923-1982)
10 Rubli russi d'oro Chervonetz (1923-1982)

10 Rubli russi d'oro Chervonetz (1923-1982)

[]
di

Prezzo per articolo:
308,88 €
Prezzo Lordo, escl. Spedizione
WWWWW
Aggiungi al carrello
watchlist Aggiungi ai preferiti
Prodotto disponibile in quantità limitata! Consegna prevista approssimativamente entro 1-3 giorni lavorativi dalla ricezione del pagamento.
Caricamento...
Caricamento...
  • Dettagli del prodotto

  • Caratteristiche

10 Rubli russi d’oro Chevronetz 1923-1982

La moneta d’oro Chervonetz (in russo: Cervonec) proviene dalla Russia; qui originariamente le monete d'oro occidentali erano chiamate Chervonetz.

Il nome di questa moneta d'oro è una chiara indicazione della sua lega, "chervonetz" (anche detta Tschervonetz o Chervonetz) significa "moneta rossa" e si riferisce al contenuto di rame che completa il contenuto d’oro puro di 900/1000, ne aumenta la resistenza ai graffi e dona alla moneta d’oro da 10 rubli russi un caratteristico colore che tende al rosso.

Nel 1923, poco dopo la fine della guerra civile russa e un anno dopo la fondazione dell'Unione Sovietica, per la prima volta viene coniata una moneta d'oro russa che portava il nome e le armi della SFSR russa - non dell'Unione Sovietica di nuova costituzione. Questa moneta d'oro russa, con alcune lacune, è stata coniata fino al 1982.

Il suo peso totale è di 8,6026 grammi, con una purezza di 900/1000 che equivale ad un peso fine di 7,7416 grammi (quasi 1/4 d'oncia),ed ha un valore nominale di 10 Rubli.
Dal 1922 "Chervonetz" è stato anche il nome della valuta sulle banconote sovietiche, e il nome è stato anche comunemente usato per indicare banconote, monete, etc. di varie valute occidentali. Con la riforma monetaria del 1947 queste banconote furono abolite. Dalla riforma della valuta russa del 1947, il valore dei vecchi dieci rubli è di 1 Rublo nuovo. Ma dal punto di vista del valore nominale questo non importa, perché il valore del suo contenuto in oro lo supera in modo significativo. Gli esperti suggeriscono che la moneta d’oro Chervonetz può essere riferita ad un altra famoso moneta d' oro: il Vreneli.

Dal 1975 al 1982 l'Unione Sovietica ha emesso di nuovo le monete d'oro Chervonetz con il vecchio disegno. Dietro il nuovo stato si sono succeduti quindici anni di importanti sconvolgimenti politici e sociali, la partecipazione alla guerra e la crisi economica. L'Unione Sovietica aveva disperatamente bisogno di valuta estera e utilizzò il colnio e la vendita all'estero delle monete d'oro da 10 rubli con l’intento specifico di portare nuova valuta estera nel paese.

Il disegno della moneta d’oro Chervonetz è stato mantenuto per tutto il periodo in cui è stata coniata e in tutti gli anni di emissione tutte le iscrizioni sulla moneta d' oro Chervonetz, compreso il valore nominale da 10 rubli russi, sono scritti in cirillico.

Già sul dritto del primo Rublo d'oro post-rivoluzione, si nota lo stile fortemente idealizzato, che più tardi avrebbe formato tutti i settori dell'arte sovietica per molti decenni a venire. Il Chervonetz mostra un contadino in piedi gambe a parte, rivolto a destra, con il braccio destro esteso di lato nell’atto della semina. Nella mano sinistra porta con sé un cesto di semi, il cui peso è alleviato da un panno che porta sul petto e sulla spalla. Sullo sfondo, allo stesso livello della coscia destra, si possono intravedere dei raggi del sole nascente di diverse lunghezze. Prima di questo, è inciso un aratro di profilo. Dietro il contadino sullo sfondo si può vedere anche la silhouette di uno stabilimento industriale con i camini fumanti. Sopra il personaggio è inciso il valore nominale. L'anno di emissione si trova nella metà inferiore a sinistra e segue l'anello esterno di punti.

Il rovescio mostra un martello e una falce che rappresentano i lavoratori e i contadini come due pilastri dello stato; sullo sfondo c’è un sole nascente. Lo stemma è incorniciato da una corona di spighe di grano che si restringe verso l'alto. Sul retro c'è anche l' iscrizione "PCOCP" (ovvero RSFSR = Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa). L’eccezione è l'anno di conio 1925, perché le lettere scritte sotto l'emblema sono invece "CCCP" (vale a dire URSS = Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche). Il bordo della moneta è liscio e reca l'iscrizione "Leningradskii Monetny Dvor" ("Zecca di Leningrado").

L’iscrizione inizia a sinistra della superficie ornamentale e termina sul suo lato destro. Cita il noto grido di raduno comunista del Manifesto comunista di Marx ed Engels:"Lavoratori di tutti i paesi, unitevi"! - incluso un punto esclamativo alla fine. Il dritto è inoltre completato da un anello circonferenziale di puntini in rilievo.

La storia del conio della Chervonetz è molto interessante, perché tra gli anni di coniatura 1923,1925 e la ripresa della coniazione dal 1975 al 1982 c'è un grande divario temporale. Oltre alle monete del 1923, tra i collezionisti sono molto popolari soprattutto le monete degli anni '80. C'era una sola denominzione, che è quasi equivalente al peso fine di un quarto d'oncia d'oro di oggi.

Occasionalmente le monete d'oro Chervonetz o Chervonetz in stato di zecca PROOF (BU) vennero emesse a partire dagli anni di conio più vecchi (ad esempio nel 1980: 100.000 unità) e destinate più ai collezionisti. La circolazione totale di anni di conio poco circolati (ad esempio, nel 1977: 2.000.000.000) porta a prezzi di scambio favorevoli per gli investitori. Gli anni di conio 1923,1980,1981 e 1982 possono raggiungere i premi dei pezzi da collezione. Le edizioni originali del 1923 sono rare e sono quindi disponibili solo a premi da collezione elevati. Oppure sono state quasi completamente fuse, come l'edizione del 1925, a parte una manciata di copie. Le monete d'oro rimanste si trovano solo nei musei.

Solo le monete d'oro da 10 Rubli Chervonetz coniate dal 1975 al 1979 sono adatte come monete da investimento. Il conio di questi anni era alto, spesso si parla di milioni di pezzi, e quindi non c’è grande interesse per i collezionisti.

  • Paese: Russia
  • Peso17.74gr
  • Serie: Rublo Russo
  • Purezza: 900/1000
  • Diametro, mm: 22.50
  • Valore nominale: 10
  • Valuta: Rublo Russo
  • Imballaggio del prodotto: Bustina
  • Prodotto Numero: 11503

1 Il peso esposto equivale al contenuto di metallo puro dell'oggetto. Non rispecchia il peso reale del prodotto, il quale potrebbe essere superiore.

* Il prodotto spedito potrebbe differire leggermente dall'immagine .

Caricamento...