Informativa cookies su questo sito web - Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Visitando i contenuti del sito senza modificare le impostazioni dei cookies, si acconsente automaticamente al loro utilizzo.
Chiamaci:+39-02-9475-2410, Lunedì-Venerdì 9:00 -18:00
Richiesta di informazioni 
W
Telefono
W
Grazie per la richiesta

La richiamiamo noi tra pochi minuti.

ValutaEuro
LinguaEnglish
Paese di spedizioneAustralia
LBMA Associate
Menu
Grafici
Cerca
Pagina inizialeMonete d'oroImpero Tedesco10 Marchi d'oro Imperatore Guglielmo II di Prussia (1889-1913)
10 Marchi d'oro Imperatore Guglielmo II di Prussia (1889-1913)

10 Marchi d'oro Imperatore Guglielmo II di Prussia (1889-1913)

false
di

Prezzo per articolo:
162,85 €
Prezzo Lordo, escl. Spedizione
watchlist Aggiungi ai preferiti
Ci dispiace, questo prodotto al momento non è disponibile.
Caricamento...
Caricamento...
  • Dettagli del prodotto

  • Caratteristiche

10 Marchi d'oro Marengo Imperatore Guglielmo II di Prussia (1889-1913)

I 10 Marchi d’oro furono emanati dall’Imperatore Guglielmo II in carica dal 1888 al 1913, e avevano corso legale in circolazione quotidiana. Il Regno di Prussia era il più grande e più influente stato dell'Impero tedesco, con due terzi dell'area e circa tre quinti della popolazione. 

Dopo la vittoria nella guerra franco-tedesca Guglielmo I, allora già re di Prussia dal 1861, fu proclamato primo imperatore tedesco il 18 gennaio 1871 nel palazzo di Versailles. Sotto il suo governo, i 25 stati tedeschi furono uniti in un impero tedesco, mentre ciascuno degli stati reggenti aveva il diritto di coniare il proprio Reichsgoldmark. Le città libere di Brema, Amburgo e Lubecca coniarono lo stemma della città sul rovescio delle loro monete.

Come parte della creazione dell'Impero fu attuata una riforma monetaria e il Taler fu sostituito dal Marco come moneta a corso legale.

Le monete più comunemente trovate sono quelle che portano l’effige di Guglielmo I e Guglielmo II (imperatore dal 1888 al 1913), che ancora oggi si prestano molto bene per gli investimenti in oro.

Ci sono monete con la contraffazione di altri imperatori, disponibili però con una circolazione molto più bassa e di conseguenza con premium più alti. Per i numismatici in particolare l'anno 1888, chiamato "l'anno dei tre imperatori", è molto interessante. In questo particolare anno furono emesse monete con tre diverse effigi, poiché Guglielmo I morì in quell'anno, suo figlio, gravemente malato di cancro, Federico III gli successe al trono, ma dopo 99 giorni di regno, morì anch’egli e fu sostituito dall'ultimo imperatore tedesco, Guglielmo II.

Nel novembre 1918, dopo la fine della prima guerra mondiale, che egli stesso aveva innescato dalla sua ambizione di potenza mondiale, dalla sua politica aggressiva contro le altre grandi potenze e dalla sua generale disponibilità alla guerra, il re prussiano e imperatore tedesco Guglielmo II fu costretto ad abdicare, portando così alla fine dell'impero.

Queste monete storiche da 10 Marchi di Guglielmo I sono state coniate con una lega d’oro (900/1000) e rame (100/1000), aspetto che le rende molto resistenti ad abrasioni e graffi.

I 10 Marchi d’oro hanno un peso totale di 7,965 g, di cui 7,16 grammi d’oro fine, uno spessore di 1,40 mm e un diametro di 22,5 mm.

Il dritto delle monete mostra il rispettivo re e il rovescio lo stemma, il valore nominale e l'anno di emissione. Esistono tre diversi tipi di monete: 5 RM 10 RM 10 RM e 20RM, che si distinguono per dimensioni e peso.

Il dritto dei 10 Marchi d’oro Guglielmo I mostra il ritratto dell’Imperatore, a testa nuda, rivolto a destra e circondato dalle seguenti iscrizioni: "Wilhelm", "Deutscher Kaiser" e "König von Preussen".

Sul rovescio della moneta è raffigurata l'aquila imperiale con scudo, circondata dalle iscrizioni: "Deutsches Reich", l'anno di emissione e "10 Mark" (il valore nominale).

Nel 1874, l'abbreviazione "M" (Marco) sulla moneta fu abolita e sostituita dalla parola "Mark" per ancorare più saldamente la nuova moneta nella mente della popolazione. Nel 1890 la piccola aquila imperiale con il grande scudo Hohenzollern (simbolo della supremazia della Prussia), fu ingrandita e lo scudo rimpicciolito. Simbolo di Guglielmo II a sottolineare l'unità tedesca. Il disegno della nuova moneta aquila è di Otto Schultz di Berlino.

Anche 120 anni dopo, e più riforme monetarie più tardi, la moneta d'oro 20 Marchi d’oro Guglielmo I di Prussia ha mantenuto il suo valore ed è una moneta da collezione molto popolare a livello mondiale, che ha anche molto a che fare con il materiale da cui è stata coniata.

  • Paese: Germania
  • Peso13.58gr
  • Serie: Impero Tedesco
  • Zecca: Prussian State Mint
  • Purezza: 900/1000
  • Diametro, mm: 19.50
  • Spessore, mm: 0.90
  • Valore nominale: 10
  • Valuta: Marco Tedesco
  • Imballaggio del prodotto: Bustina
  • Codice prodotto : 10813
Dear customer, if you are looking for specific years of this coin, please do get in touch with us by phone or email prior to placing your order to ensure we have them in stock.

1 Il peso esposto equivale al contenuto di metallo puro dell'oggetto. Non rispecchia il peso reale del prodotto, il quale potrebbe essere superiore.

* Il prodotto spedito potrebbe differire leggermente dall'immagine .

Caricamento...
Caricamento...